Tappa 12

Frassinello M.to - Casale M.to

Vino Via | Tappa 12

Frassinello M.to - Casale M.to

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on email
Share on twitter
Share on pinterest

Il percorso

  • PARTENZA - Frassinello Monferrato, palazzo del Comune
  • ARRIVO - Casale Monferrato, palazzo del Comune
  • LUNGHEZZA TAPPA - 23 km
  • DIFFICOLTÀ - Media
  • TERRENO -60% strade sterrate, 20%sentieri, 20% asfalto su strade secondarie e provinciali
  • DISLIVELLO - colline medio basse, max dislivello 280 m

Si scende da Frassinello da Via Carducci che diventa presto una bella mulattiera tra boschi e vigneti fino al borgo di Olivola. La strada lo attraversa per intero verso nord poi, poco prima di regione Costabella, piega ad est con una sterrata in salita verso Moleto, che si raggiunge dopo essersi lasciati sulla sinistra la deviazione per le Cave. 

Si arriva in paese passando dalla chiesetta all’estremità dell’area a prato del Bar “Chiuso”(quando piove): una pausa relax in questa meravigliosa terrazza panoramica naturale è molto consigliata, ancor di più se si ha la fortuna di trovare il bar aperto per un bicchiere o uno spuntino. In paese anche un ristorante e un punto per escursioni coi quad. Si scende dalla collina tra i filari delle vigne, boschi e campi coltivati fino alla frazione Coppi.

Il percorso passa vicino a diversi agriturismi prima di raggiungere l’altura con il paese di Cella Monte: qui alcuni locali, b&b, negozi, fonte e farmacia. Si riscende la collina verso la Cantina del Monferrato e poi si svolta verso nord-est, in direzione del castello di Uviglie, con alcune aziende vitivinicole. In località Roveto, si prende la Via Morbelli per la Colma di Rosignano dove un sentiero, dopo aver superato un’ampia zona boschiva,  porta verso la SP42 e località Galetta. Un ultimo tratto, ormai pianeggiante, prima attraversa frazione Pozzo Sant’Evasio poi porta all’ingresso di Casale Monferrato.

Cosa vedere

Ad Olivola, grazioso villaggio sulla sommità del colle che domina la valle del torrente Rotaldo, di particolare interesse la chiesetta romanica di San Pietro e Paolo, in splendida posizione panoramica. Moleto, borgo silenzioso e sito Unesco, con alcune belle case patrizie in tufo del ‘700 così come due eleganti cascinali lungo la via principale.

A Cella Monte, nel Palazzo Volta, si può visitare l’Ecomuseo della Pietra da Cantoni,  nato per salvaguardare e valorizzare la pietra arenaria utilizzata come materiale di costruzione fino a metà del secolo scorso: scavandola e scolpendola sottoterra, come nel caso degli infernot, di cui uno presente e visitabile nel palazzo stesso, oppure estraendola e tagliandola in blocchi per la costruzione di edifici vari, sia nobili che contadini.

Il percorso passa dal castello di Uviglie, un’antica roccaforte risalente al XIII secolo, oggi azienda vitivinicola e sede di eventi culturali, ricevimenti e cerimonie: interessante la visita al suo «giardino all’italiana», ricco di alberi plurisecolari, e soprattutto alle cantine storiche, che perpetuano una tradizione vitivinicola ininterrotta risalente al 1491 e conservano una apprezzabile collezione privata di bottiglie, insieme ad antiche botti e a una serie di strumenti da mastro bottaio.

Dopo il castello di San Bartolomeo, alla Colma di Rosignano, degna di nota è Villa Maria, la casa-atelier del pittore divisionista Angelo Morbelli. Casale Monferrato, attraversata da due canali e situata sulla riva destra del Po, è considerata la capitale storica di tutta la regione vitivinicola. 

Il castello dei Paleologi, antica fortezza a pianta esagonale asimmetrica con torrioni angolari e fossato, vale senza dubbio una visita, per percorrere i suoi cammini di ronda e vedere gli spettacolari sotterranei dell’ala occidentale, ricostruiti nel Settecento. Inoltre ospita l’Enoteca Regionale del Monferrato che offre la possibilità di degustazioni e corsi di formazione e didattica enologica e anche di acquistare vini e prodotti gastronomici locali.

Cosa gustare

Il Grignolino, la Freisa, il Barbera, il Barbesino e la Malvasia sono le principali varietà di vino prodotte dai vigneti tra Frassinello e Casale Monferrato.

Il Grignolino del Monferrato Casalese, in particolare, è il prodotto simbolo della zona, ne porta il nome ed è veicolo di identificazione e promozione del territorio: ha colore rosso rubino chiaro, tendente all’arancione quando è invecchiato, il suo profumo è delicato, con note di rosa e pepe, e si presenta al palato di buon corpo, asciutto e dal retrogusto amarognolo.

Spesso nel Casalese questo stesso vino veniva chiamato Barbesino, termine poi usato per lanciare un nuovo rosso del Monferrato nato dall’unione di uve Barbera, Grignolino e Freisa. Per quanto riguarda il cibo, il prodotto tipico più famoso è l’agnolottodiffuso in tutto il territorio e cucinato con diverse ricette: di pasta molto sottile con un ripieno di carni rosse e bianche, uovo, parmigiano e verdure, si serve in brodo, come tradizione vuole, o con un condimento di sugo d’arrosto o brasato.

Portata fondamentale dei grandi pasti festivi è il bollito misto, preparato con carne di bue, gallina, cotechini e verdure; le salse, i cosiddetti “bagnetti”, incorniciano e insaporiscono il piatto. Da non perdere il fritto misto alla monferrina: interiora, carne, verdure, amaretti e mele, tutto impanato, fritto e caldissimo.

Il pane è la Monferrina, rigorosamente bianco e di pasta dura. Tra la frutta che si coltiva nel territorio soprattutto uva, mele, pere, ciliegie e fichi, oltre a noci e nocciole. Infine i dolci: budini, pere cotte al grignolino, pesche ripiene di amaretti, torta di zucca e mele. Tipici di Casale Monferrato, i krumiri, biscotti dalla particolare forma arcuata composti da farina, aromi e burro: buoni da mangiare da soli, sono deliziosi intinti nella Malvasia e nei passiti.

Come arrivare

In auto:  

  • da Milano, Bologna, Torino, Genova, con l’autostrada A26  uscire a Casale Monferrato Sud, superare il comune di Casale Monferrato, continuare sulla SS 31/SP 50, superare la frazione Cantone Losa, continuare sulla SP 50 e seguire le indicazioni per Frassinello Monferrato.
  • da Alessandria con la SS 31, superare il comune Occimiano, frazione Cantone Losa, continuare sulla SP 50 e seguire le indicazioni per Frassinello Monferrato.

In corriera:  

  • Per orari consultare autolinee Arfea , linea Altavilla-Casale, fermata Bivio Frassinello. 

I punti aderenti alla Vino Via

⚠️ IN COSTRUZIONE

Tappa 11

Fubine - Frassinello M.to

Tappa 13

Volpedo - Costa Vescovado

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle nostre attività